Chiama lo 0362 558193 o scrivi a segreteria@studiodentisticomarconi.it
quali cibi evitare dopo lo sbiancamento

Quali cibi e bevande evitare dopo lo sbiancamento dei denti

Avere i denti bianchi è diventata quasi un’ossessione nella nostra cultura odierna. Nuovi prodotti e gadget spuntano continuamente promettendo di schiarire e sbiancare i denti. Ci sono molti vantaggi nell’avere denti più bianchi ma il trattamento professionale fatto da un dentista vale il costo aggiuntivo, in quanto durerà molto più a lungo delle opzioni fai-da-te.

Non tutti sanno però che è molto importante seguire delle regole dopo aver fatto lo sbiancamento. Regole che, se non seguite , possono vanificare il tuo investimento. E’ fondamentale infatti evitare determinati cibi, bevande e prodotti che potrebbero causare macchie nei giorni e nelle settimane successive al trattamento.

Quali sono i cibi da evitare dopo lo sbiancamento dei denti?
Dobbiamo fare a meno di diversi alimenti che, in quanto acidi, grassi e/o colorati, danneggiano lo smalto e contribuiscono alla formazione di macchie. Essi sono, ad esempio, le salse di colore scuro come la salsa rossa e la salsa di soia, le spezie come il curry, la paprika e la curcuma, la carne rossa. Alcuni tipi di frutta e verdura, per il loro colore intenso o per l’elevata acidità, possono inoltre rovinare l’effetto dello sbiancamento: limoni, arance, lime, mango, kiwi, prugne, frutti di bosco. Tra le verdure sono invece controindicati i pomodori, gli spinaci e le carote. Sono inoltre da evitare il cioccolato fondente o al latte e le caramelle, siano esse colorate con aromi artificiali che naturali.

E le bevande da evitare dopo lo sbiancamento dei denti?
Le bevande con una forte pigmentazione possono macchiare i denti. Nel periodo successivo allo sbiancamento è quindi opportuno non consumare tè, caffè, vino rosso, birra, succhi di frutta o bibite gassate. Se proprio non riesci a fare a meno del tuo caffè giornaliero o di un buon bicchiere di vino, puoi berli con una cannuccia, in quanto evita che i liquidi entrino in contatto diretto con i denti.

Che dieta seguire nei giorni successivi allo sbiancamento?
A questo punto una persona, vista la quantità di cibi e bevande a cui rinunciare potrebbe chiedersi : “Ma allora cosa posso ingerire?”
Potresti prendere in considerazione l’idea di provare una “dieta bianca”, per 10-14 giorni dopo il trattamento. Essa dovrà includere cibi di colore bianco o incolori come ad esempio yogurt bianco, riso e pasta in bianco, pollo, pesce bianco come merluzzo o eglefino, formaggi, cereali senza coloranti, patate, mandorle, cavolfiori, ceci, frutta e dolci di colore chiaro, come pere, banane o gelato alla vaniglia. E’ possibile bere latte, acqua senza coloranti aggiunti e alcolici di colore chiaro.

Quali altri prodotti è necessario evitare?
Per la stessa igiene orale è preferibile usare dentifrici e collutori bianchi, in quanto quelli colorati potrebbero macchiare i denti.
Da evitare in modo assoluto è infine il tabacco, che, sia esso masticato o fumato, può rovinare in breve tempo l’effetto dello sbiancamento.
Avere un sorriso smagliante può diventare un motivo in più per smettere di fumare, con grandi benefici non solo per la tua salute ma anche per il tuo aspetto fisico!

Trascorsi questi primi 10 giorni / 14 gg di sacrificio potrai tornare alle normale abitudini, che devono comunque sempre essere sane.

Summary
Quali cibi e bevande evitare dopo lo sbiancamento dei denti
Article Name
Quali cibi e bevande evitare dopo lo sbiancamento dei denti
Description
E' fondamentale dopo aver fatto lo sbiancamento ai denti, evitare determinati cibi, bevande e prodotti nei giorni e nelle settimane successive al trattamento.
Author
Publisher Name
Studio dentistico Marconi
Publisher Logo

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.